Il Prestito d’Onore 2016

Prestiti 0 2501

Il Prestito d’Onore per il 2016 è uno speciale strumento di finanziamento introdotto dalla legge 608 del 1996 per agevolare gli investimenti in attività imprenditoriali. Scopo di questo prestito è quello di favorire l’imprenditoria giovanile ed è caratterizzato da particolari favorevoli condizioni che prevedono il 60% della somma concessa a fondo perduto e il restante 40% sotto forma di mutuo a tasso agevolato.

Purtroppo la manacaza di fondi ha frenato molto la concessione di prestiti di questa natura, fino a quando, nel 2000, il decreto legislativo n. 185 ha disposto l’erogazione di nuovi fondi da destinare a questo genere di agevolazione all’attività di impresa, soprattutto nell’ottica di combattere la disoccupazione e favorire l’iniziativa privata.

Criteri e Requisiti:

Per accedere al prestito d’onore bisogna essere maggiorenni e dimostrare di essere inoccupati o disoccupati da almeno sei mesi. Inoltre, è necessario risiedere nel territorio interessato dall’agevolazione. La domanda può essere presentata a quelle società che, che per conto delle Istituzioni Locali (la Regione, nella maggior parte dei casi) gestiscono la procedura. Questo tipo di finanziamento è ammesso essenzailmente per tre casi:
1) lavoro autonomo;
2) microimpresa;
3) franchising.

Presentata la domanda, occorrono 60 giorni per mettere a punto l’istruttoria e ottenere il finanziamento che, comunque, è vincolato alla partecipazione di seminari e corsi di formazione appositamente realizzati dalle società regionali incaricate. I corsi sono anche l’occasione per migliorare il progetto e mettere a punto business-plan adeguati, oltre che per conoscere tutte le modalità necessarie per presentare la documentazione necessaria. Oggi la parte burocratica è interamente gestita on-line, quindi dalla presentazione della domanda e dei documenti necessari, fino alla effettiva valutazione del progetto, il richiedente dovrà utilizzare il canale informatico.

Related Posts

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *